Gualtiero Bertella

Co-Fondatore dello Studio LBA e Associati dal 2016.
Dottore Commercialista – Revisore Legale

Laurea in Economia e Commercio presso l’Università di Modena, conseguita nel 1995.
È iscritto all’Albo dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili e Revisore Legale dei conti dal 2006. In precedenza ha svolto diverse esperienze presso importanti aziende, in qualità di credit manager e controllo di gestione. Ha dapprima collaborato e poi è stato associato dello Studio Labanti e Pasini di Reggio Emilia fino al 31/12/15.

È iscritto all’Albo dei Consulenti Tecnici dei Giudici del Tribunale di Reggio Emilia.

E’ responsabile interno per le procedure di controllo di gestione dello Studio e coordinatore per le operazioni straordinarie e le procedure concorsuali.

Le principali  competenze professionali maturate in questi anni riguardano:

– consulenza nelle principali discipline aziendali ( controllo di gestione, finanza, bilanci, consulenza direzionale, organizzazione aziendale)

– consulenza nelle operazioni straordinarie, ristrutturazioni aziendali, assistenza nella predisposizione dei piani industriali

– assistenza professionale  in qualità di advisor a favore di società in ambito delle ristrutturazioni aziendali o procedure concorsuali

– promotore e consulente di diverse procedure di WBO ( workers buy out) finalizzate alla nascita di cooperative

Mi candido perchè:

Il mio impegno, come candidato consigliere per il mandato 2021-2024, nel  mio ambito di competenza  è quello di mettermi a disposizione dei colleghi, soprattutto a favore di quelli che si avvicinano alla professione, sperare di convincerli delle opportunità che ci si prospettano davanti nell’immediato futuro. La nostra categoria professionale è quella naturalmente deputata ad essere centrale rispetto ai “cambiamenti” epocali che pian piano avanzano e la figura del commercialista (può ritornare ) punto di riferimento principale per tutti gli operatori economici, dalle imprese, PA, terzo settore.

Solo per citarne uno,  la riforma della “crisi di impresa” impatterà sulla maggior parte delle nostre aree di attività e ci richiederà una maggior preparazione e forse nuovi skill su ambiti che tradizionalmente non sono a nostro appannaggio, quali la consulenza aziendale ed il controllo di gestione,  ma che dobbiamo presidiare e declinare alle necessità ed esigenze del nostro tessuto economico, fatto essenzialmente di micro aziende a conduzione familiare, filiere e distretti e piccole grandi aziende.

Per i giovani che si avvicinano alla professione, indubbiamente questo ambito può diventare molto qualificante ed attrattivo e per chi come ha già qualche anno di esperienza sulle spalle rappresenta una sfida cui non si può rinunciare.